16 Ottobre Ott 2018 0932 one month ago

Tricolore Freestyle: Barbero profeta in patria

Il padrone di casa si aggiudica a Priero il primo Campionato Italiano: "Non mi sono risparmiato, sono orgoglioso di aver partecipato, vinto e supportato l'organizzazione" - Sul podio anche Falvo e Bettassa - Il CT Gargaglia: "La composizione di un primo ranking Nazionale ha stimolato gli atleti"

44056310 10215199138884784 812745698033270784 N

Priero (CN) - Un esordio spettacolare a Priero per il Campionato Italiano Freestyle Park, il primo organizzato in Italia. Ed è un orgoglioso Alessandro Barbero ad aggiudicarsi la maglia tricolore di specialità: il top rider azzurro ha infatti trionfato di fronte al suo pubblico di casa, conquistanto ben 80,40 punti. Secondo gradino del podio per Emanuel Bettassa (67,90 punti), seguito da Christian Falvo (67,30 punti), per un podio tutto a firma Pro Bike Riding Team.

"Era il nostro obiettivo" racconta Barbero al termine della gara. E ancora: "Vincere il titolo è stato davvero emozionante, e dividere il podio con il mio team è stata la ciliegina sulla torta. Ho girato abbastanza bene e non mi sono risparmiato. Sono veramente orgoglioso di aver partecipato, vinto e supportato l'organizzazione: è stato un esordio spettacolare, un'avventura completamente nuova, visto che il Freestyle è entrato a far parte delle discipline UCI da soli due anni. Siamo partiti con questa nuova avventura e non possiamo fare altro che crescere. Ringrazio la FCI ed il Segretario Generale Maria Cristina Gabriotti, che ci ha onorati della sua presenza". Ora testa alle prove internazionali: "Il prossimo passo sarà l'ultima tappa della Coppa del Mondo ed il Mondiale di Chengdu: rappresenterò l'Italia con tutto il team azzurro, e sono davvero motivato".

Più che soddisfatto il CT Francesco Gargaglia, che alla vigilia della prova di Priero chiedeva "run di buon livello, capacità di sfruttare tutto il park a disposizione, vedere più trick possibili e puliti in un programma ben esteso nel minuto a disposizione".

E così è stato: "Il park organizzato in maniera perfetta ha dato la possibilità ai riders di esprimersi al massimo" il commento del Commissario Tecnico azzurro. E ancora: "Tutti gli atleti hanno dimostrato di aver preparato bene la gara, ed anche il publico accorso numeroso ha potuto godere di uno spettacolo mai visto prima. L’assegnazione di questa maglia e la composizione di un primo ranking Nazionale ha stimolato molto gli atleti, che ora si stanno preparando per le ultime due gare di stagione".

Il livello espresso in gara per Gargaglia è un "ottimo punto di partenza per un percorso del tutto nuovo e con esigenze diverse rispetto al ciclismo classico. Ringrazio la FCI, lo staff composto da Federico Ventura, Massimiliano Landini e Manlio Iaccarino, che hanno lavorato senza sosta per questo evento".

CLASSIFICA FINALE:

1. Alessandro Barbero (Pro Bike Riding Team)
2. Emanuel Bettassa (Pro Bike Riding Team)
3. Christian Falvo (Pro Bike Riding Team)
4. Elia Benetton (Team BMX Creazzo)
5. Francesco Mongillo (Team Lapierre - Trentino - Alè)
6. Gabriele Pala (E.P.)
7. Gabriele Beis (E.P.)