14 Febbraio Feb 2020 1018 3 months ago

Concluso lo stage BMX a Houston

La sessione di allenamento aveva come obiettivo quello di prendere confidenza con la pista dei prossimi Campionati Mondiali BMX

Bmx1

Conclusi i due giorni di training sulla pista che ospiterà il Campionato Mondiale di BMX a Houston, in Texas. La sessione di allenamento aveva come obiettivo quello di prendere innanzitutto confidenza con una pista che "a prima vista è molto “americana”, quindi molto piatta" spiega il CT Tommaso Lupi al termine del raduno di allenamento. E aggiunge: "La pista si è poi scoperta tecnica e stancante nella seconda parte, cioè quella ritmica. Lavorando sia individualmente che in gruppo con i ragazzi sui dettagli, con riscontro anche del timing sul giro, siamo riusciti a migliorare tutti il secondo giorno di allenamento".

L’obiettivo della seconda giornata era, invece, "mettere insieme il tutto in una simulazione di gara che ci ha confermato le caratteristiche tecniche e fisiche che ipotizzavamo. Abbiamo dei dati utili sui quali lavorare nelle prossime settimane prima dell’inizio della stagione europea". Domani Lupi e i ragazzi convocati Federico De Vecchi, Giacomo Fantoni, Mattia Furlan, Giacomo Gargaglia, Martti Sciortino e Michele Tomizioli, torneranno in Italia per preparare il prossimo appuntamento internazionale: la Coppa Europa BMX, che quest'anno partirà proprio da Verona.