22 Ottobre Ott 2021 1411 one month ago

CDM BMX - A Sakarya gli appuntamenti finali

Doppio weekend di prove in Turchia per le ultime 4 tappe di Coppa del Mondo - Sette gli azzurri scelti dal CT Tommaso Lupi

Bmx Wc

Ultimi appuntamenti stagionali per la Nazionale BMX di Tommaso Lupi, sbarcata nei giorni scorsi in Turchia per le 4 tappe finali di Coppa del Mondo. Questo ed il prossimo weekend sono infatti in programma le ultime prove del circuito internazionale nel nuovissimo impianto di Sakarya, che dopo aver ricevuto il titolo di "Città delle biciclette", ospiterà la prima gara internazionale di BMX della sua storia.

“Correre sullo stesso impianto per due weekend di fila toglie un po’ di novità alla gara, ma il lato positivo è che possiamo lavorare con più calma” spiega il Commissario Tecnico alla vigilia del quinto round. E ancora: “La stagione è stata intensa e lunga ma siamo più che carichi per queste due settimane, la Coppa del Mondo è sempre un bello show che va onorato al meglio”.

Sette gli atleti convocati in maglia azzurra: Martti Sciortino e Giacomo Fantoni tra gli Elite, Giacomo Gargaglia e Pietro Bertagnoli per la categoria U23, Marco Radaelli, Leonardo Cantiero e Matteo Tugnolo per gli junior. “Non ci sarà purtroppo Federico De Vecchi, fermato da un infortunio subito nel Circuito Italiano di Verona. Assente anche Mattia Furlan, ancora acciaccato per via della caduta rimediata a Papendal: le sue condizioni sono in via di miglioramento, ma per rispetto della maglia e dei compagni di squadra, non essendo al 100%, ha preferito non partecipare. Una scelta che gli fa onore e che ancora una volta dimostra la sua professionalità”.

Una serie di prove importantissime in chiave ranking per Nazioni: “Tra gli Elite lotteremo con i denti per riuscire a mantenere una buona posizione: Sciortino è in forma, come ha dimostrato con le due finali conquistate in Coppa Europa. A supporto c’è la grande esperienza di Giacomo Fantoni: un atleta come lui può sempre tirare fuori qualcosa di interessante”. E sui più giovani Lupi aggiunge: “Sono un gruppo di ragazzi interessanti, ma hanno bisogno ancora di un po’ di tempo per solidificare alcuni aspetti”.